PAESAGGIO DI PRATICHE#3

Domenica 6 ottobre ci trovate al PAV Parco Arte Vivente !
in collaborazione con PAV Parco Arte Vivente / Network ZonArte
ateliers e performances

 

All’interno del PAV, insieme al Network ZonArte vi invitiamo a unirvi nei tre giorni di festa contribuendo alla forte volontà di collaborazione attuata dalle Istituzioni che, a Torino, in Piemonte e nei territori esplorati in questi dieci anni, promuovono la dimensione educativa dell’arte e della cultura come bene comune.

La partecipazione alla rassegna è gratuita

 

Programma

Parco, ore 10:00-13:00

Ateliers a cura di Workspace Ricerca XSome scores for PAV / Rebecca Marta D’Andrea / Associazione Culturale Deposito Bagagli – Dreamtime / Corpo Liminale

Parco, ore 14:00-15:30

Solo Performance di Lucia Guarinoin.col.to – pratiche di biodiversità / Marina Donatone con Elisa D’Amico ed Elisabetta BonfàLook Ma. No Hands_For PAV

 

SOME SCORES FOR PAV
Atelier a cura di Workspace Ricerca X

Lo score si offre come strumento e cornice entro il quale situare un discorso comune sulla ricerca artistica. Passando attraverso una pratica entreremo in un processo di analisi empirica e test che valuterà i meccanismi, le funzioni e le applicazioni possibili.

www.ricercax.com

DREAMTIME / CORPO LIMINALE
Atelier a cura di Rebecca Marta D’Andrea /Associazione Culturale Deposito Bagagli

Il performer investiga lo stato di sogno come uno stato di ‘presenza’ esplorando lo spazio tempo tramite movimento, voce, segno grafico e risonanza, intessendo nuove relazioni con il momento presente. Il pubblico diventa parte di un processo in cui osservatore e osservato hanno occasione di mergersi in un unico agente trasformatore.

rebeccamartadandrea.wordpress.com

“in.col.to – pratiche di biodiversità”
Solo Performance di Lucia Guarino

Cosa significa porsi in relazione a un sistema in movimento , un sistema che mette alla prova le nostre disponibilità emotive? Una riflessione su cosa è per noi oggi il “vivente” partendo da quei luoghi intimi che parlano di resistenza e di desiderio di libertà.

http://www.ricercax.com/residenze/lucia-guarino

LOOK MA. NO HANDS_ for PAV
Performance di Marina Donatone, con Elisa D’Amico

Come su una tavola da surf, dove l’accogliere il movimento dell’onda che avanza è un tutt’uno con la possibilità di governarla, i danzatori giocano con una certa “potenza fisica del fare o del non fare, del sì e del no”, modulando l’eredità di un movimento che li precede, e che pure non esisterebbe senza di loro.

https://marinadonatone.tumblr.com/

 

info

www.zonarte.it
download info
www.parcoartevivente.it

ZonArte_LIVE@PAV
PAV Parco Arte Vivente
Via Giordano Bruno, 31 – Torino
t/f +39 011 3182235

HOME IN HOMELESSNESS

prospettive di sviluppo e consolidamento della ricerca artistica in Italia

9 novembre 2019 dalle 10.00 alle 00.00
a cura di Workspace Ricerca X
con Cristina Caprioli

*​Questa giornata è realizzata con il sostegno della ​Fondazione Piemonte dal Vivo​ e inserita nell’ambito delle attività sostenute da ​Lavanderia a Vapore / Casa della danza network EDN

Negli ultimi anni il tema della r​ icerca artistica​ è diventato centrale nella discussione della creazione artistica, dell’alta formazione, dell’istituzionalizzazione dei processi di conoscenza.
Da una parte la ricerca viene intesa come ​luogo del potenziale,​ sovversivo e critico, rafforzando il ​ruolo epistemologico del processo artistico,​ dall’altra invece essa viene legittimata solo in quanto elemento fondante di c​ reatività e innovazione,​ essenziale per stimolare l’​economia creativa​.

Workspace Ricerca X – con il contributo speciale di ​Cristina Caprioli​ (coreografa e ricercatrice basata a Stoccolma, fondatrice di ccap) e l’intervento di​ ​Leonella Grasso Caprioli​(​ConsiglieredelMinistroMIURON..LorenzoFioramonti)-proponeunag​ iornata di studio per interrogarsi collettivamente su quali siano le strategie di sviluppo, consolidamento e internazionalizzazione per la ricerca artistica,​ ​dando luogo a uno spazio in cui le regolari modalità di presentazione, discussione e condivisione della danza sono sfocate a favore di nuove interpretazioni del cambiamento in atto.

Cosa succede quando un terremoto sconvolge il tuo ambiente domestico?

Soggetti e oggetti post-disciplinari creano le condizioni affinché la casa tremi, possa cambiare, ammorbidirsi, fondersi. Uno spazio per un terremoto domestico, pubblico e privato, un’installazione spaziale di oggetti e soggetti attraverso cui riflettere e immaginarelatrasformazionesaràattivad​ alle10:00alle00.00del9novembre2019in Lavanderia a Vapore​ per festeggiare l’ultimo giorno dell’annualità di Ricerca X.

HOME IN HOMELESSNESS​ >>>​ I​l programma è articolato in quattro stanze: puoi scegliere quali di queste attraversare oppure partecipare all’intera giornata.

casa_smontata_con_testi

sabato
9 novembre 2019

 

h. 10:00 > 13:00

RESEARCH DIALOGUES
# room 1

Dalla micro politica delle pratiche artistiche alla macro pratica delle politiche culturali.

Come ‘pre-figurare’ ambienti di ricerca artistica per la danza contemporanea?

Attraverso una riflessione multi-scalare e transnazionale, tecnico-politico e artistica, dalle ossa alla policy, ci si propone di indagare i cambiamenti incrementali o shock endogeni che avvengono nella relazione tra comunità di pratiche, contesto istituzionale e dance based knowledge.

Quali sono le condizioni necessarie per creare, mantenere e ‘pre-figurare’ gli ambienti di ricerca all’interno di questo ecosistema?​ Quali cambiamenti emergono nelle pratiche coreografiche?

Con la partecipazione di:
Cristina Caprioli​, coreografa ricercatrice, fondatrice ccap – organismo di produzione indipendente (Stoccolma)
Leonella Grasso Capriol​i, Consigliere del Ministro MIUR ON. Lorenzo Fioramonti

Modera:
Carlotta Scioldo,​ dramaturg, dottoranda in Urban and Regional Development e coordinatrice dell’European Dancehouse Network

 

h. 15:00 > 17:00

RESEARCH DIARIES
# room 2

Pratiche, materiali, traiettorie di ricerca artistica.

Gli artisti partecipanti di questa annualità Ricerca X 2019 #itsnotaboutexplaining condividono pratiche e materiali che hanno punteggiato il loro percorso andando a delineare possibili traiettorie di indagine.

con ​Alice Ruggero​ e L​eo Merati​, R​iccardo Guratti​, Annika Pannitto​, Elisabetta Consonni​, E​lisa Turco Liveri,​ ​Lucia Guarino

Alice Ruggero e Leo Merati C​ome un pezzo di pane
Riccardo Guratti ​Intus et in Cute
Annika Pannitto​ ​The third Table
Elisabetta Consonni​ ​Ti voglio un bene pubblico
Elisa Turco Liveri ​​Aporia
Lucia Guarino ​​in.col.to – pratiche di biodiversità

 

 

h. 17:30 > 19:00

RESEARCH DISPLAYS
# room 3

Come fosse un ascolto disteso
Performance Lecture
di Cristina Caprioli

Cristina Caprioli danza e discute sulla coreografia come ricorrenza prolifica e inclinante, e sulla percezione come partecipazione ripetuta e dispersa.

Cristina Caprioli​ è​ una delle coreografe più affermate e riconosciute a livello internazionale della scena svedese. A metà anni ’90 fonda l’organizzazione indipendente ccap, dove produce performance, installazioni, film, oggetti, pubblicazioni e altre coreografie, e conduce progetti di ricerca interdisciplinari di lungo periodo. Il suo lavoro coreografico si caratterizza per precisione, complessità e un’alta tecnologia del corpo. Tutte le sue produzioni sfidano i formati normativi e le economie di scambio del settore. Negli anni 2008-2013 è stata docente di composizione coreografica presso la Scuola di Danza e Circo (DOCH) di Stoccolma, dove ha sviluppato metodi e formati per la ricerca artistica. Ha ricevuto diversi premi e sovvenzioni e ha avuto un ruolo significativo nello sviluppo del discorso critico nel campo della danza e della coreografia in Svezia.

 

h. 20:00 > 00:00

RESEARCH DETOURS
# room 4

h. 20:00 > 21:00

Pratiche di ascolto dei suoni

a cura di ALMARE

ALMARE​ si dedica ai linguaggi contemporanei che utilizzano il suono come mezzo espressivo, ritenendo interessante proporre un pensiero che eviti di frammentare in categorie esclusive le diverse pratiche legate al suono.

ALMARE​ ha collaborato con istituzioni e realtà nazionali e internazionali quali Cité Internationale Des Arts, Barriera Contemporanea, MACAO, NABA – Nuova Accademia Belle Arti, PAV-Parco Arte Vivente, Standards, Superbudda. Ha coinvolto artisti e ricercatori quali Adam Asnan, Luca Garino, Renato Grieco, Mauro Lanza, Enrico Malatesta. Membri: A​mos Cappuccio,​ ​Giulia Mengozzi,​ ​Luca Morino,​ ​Gabriele Rendina Cattani.

h. 21:00 > 00:00

DanceHall

con HERMANA9
Dj set, gran ballo finale

Lo spazio di lavoro si trasforma in uno spazio di svago. Cosa aspettarsi dall’ incontro informale?

 

Between the rooms

* 13:00 > 15:00 Déjeuner sur l’herbe
Per il pranzo vi proponiamo un picnic indoor. Nel foyer troverete uno spazio preparato per la condivisione del pranzo al sacco. Voi portate il cestino, Ricerca X offre il caffè.

* 19:00 > 24:00 A la belle étoile
Aperitivo con vino e focaccia, drinks a seguire durante il gran ballo.

Luogo

Lavanderia a Vapore
Corso Pastrengo, 51
Collegno

Tel. +39 011 4322902
biglietteria@piemontedalvivo.it

Info

Tel. +39 340 54 34 897
ricercaxinfo@gmail.com

Partecipazione gratuita
Per la performance lecture di Cristina Caprioli è previsto un biglietto di 2€.
E’ gradita la prenotazione.

download programma

 

HOME IN HOMELESSNESS
con Cristina Caprioli, Leonella Caprioli, Riccardo Guratti, Alice Ruggero, Leo Merati, Annika Pannitto, Elisa Turco Liveri, Elisabetta Consonni, Lucia Guarino, Francesco Dalmasso, Ambra Pittoni, Erika Di Crescenzo, Andrea Macchia.

Questa giornata di studi è realizzata con il sostegno della Fondazione Piemonte dal Vivo e inserita nell’ambito delle attività sostenute da Lavanderia a Vapore / Casa della danza.

 

novembre_bozza_homeinhomelessness

 

casa_montata

RE: SEARCH LANDSCAPE OF PRACTICES

13 giugno 2019 h. 17 – 21
Aspetti dialogici nei processi di ricerca

display collettivo a cura di Workspace Ricerca X

 

In occasione della mostra Pablo Bronstein – Carousel @OGRTorino (visitabile fino al 9 giugno), #OGRPublicProgram ospiterà un incontro molto speciale, dedicato alla danza e alle arti performative.

«Landscape of practices: Expanded Choreography on the spot» vuole essere l’occasione per approfondire lo sguardo e l’ascolto dentro il paesaggio delle pratiche artistiche contemporanee che nascono e si sviluppano nel campo della danza. Integrando il display come strumento di condivisione dei processi di ricerca si configura un discorso in cui significati e produzione di conoscenza vengono costantemente rinegoziati tra loro e con il visitatore.

<h4>Con gli artisti danzatori e coreografi:
Elisabetta Consonni, Rebecca Marta D’Andrea, Francesco Dalmasso, Erika Di Crescenzo, Riccardo Guratti, Elisa Turco Liveri, Ambra Pittoni, Alice Ruggero, Leo Merati, Lucia Guarino</h4>

 

Il programma durerà 4 ore e saròà strutturato in due momenti partecipabili anche singolarmente:

17.00 – 18.30
Estroflessione della spirale – Display collettivo / Performare la ricerca
 Come Possiamo produrre una forma che permetta a cose che accadono separatamente di essere ripensate nella loro interconnessione? (Coreografia)

Break

19.00 – 21.00

Introflessione della spirale – Pratica collettiva / Condivisione di discorsi
Come si può mettere in comune un discorso del corpo?

 

Workspace Ricerca X nasce e opera dal 2015 con il sostegno della Fondazione Piemonte dal Vivo nell’ambito dei programmi che si svolgono alla Lavanderia a Vapore – Centro Regionale per la Danza, con la vocazione ad aprire possibili strade per la sperimentazione e la legittimazione della ricerca artistica nel contesto italiano ed il suo conseguente dialogo con pratiche simili diffuse altri contesti

 

Fb: Workspace Ricerca X – Research and Dramaturgy

www.ogrtorino.it

Officine Grandi Riparazioni – Ogr Corso Castelfidardo 22, Torino

 

logo Lavanderia DEF-01https://www.zerogrammi.org/luftPDV oriz coloriogr

La conoscenza della non conoscenza

lecture performance Adriana Borriello
discussant Alessandro Pontremoli

 

Esce nel 2017 il volume dedicato alla ricerca di Adriana Borriello tra coreografia e pedagogia, a cura di Ada D’Adamo per Edizioni Ephemenia, tracciando il profilo di un’artista originale e determinata che nel corso della sua carriera ha influenzato lo sviluppo del panorama italiano e internazionale delle arti performative contemporanee, a partire dalla fondazione del gruppo belga Rosas (1983).

Workspace Ricerca X e Lavanderia a Vapore sono lieti di ospitare la prima lecture performance del 2019 in cui Adriana presenterà le metodologie create durante il suo percorso di danzatrice, coreografa e pedagoga.

Nel 2016 Adriana Borriello è stata invitata alla Biennale di Venezia dove ha realizzato l’atelier dal titolo “La conoscenza della non conoscenza”. Prendendo spunto da questo titolo giovedì 14 marzo 2019 alle ore 19 saranno indagate quelle peculiari forme di conoscenza che nascono dalle pratiche del corpo.

Con lei sarà presente il prof. Alessandro Pontremoli, docente di storia della danza all’Università di Torino e autore della postfazione del volume, per ampliare la riflessione intorno ai materiali e alle pratiche che si sviluppano nel corso di una traiettoria artistica.

Giovedì 14 Marzo 2019
Lavanderia a Vapore // ore 19:00

corso Pastrengo, 51 – Collegno
lecture performance Adriana Borriello
discussant Alessandro Pontremoli
a cura di Workspace Ricerca X
con il sostegno di Fondazione Piemonte dal Vivo / Lavanderia a Vapore